Use at your own risk

I'm arranging my logistics to go to Ars Electronica, Linz, this year too. I'll be there from September 4 to 8 in the same hotel, so everything seems fine. But this post is to inform about an exhibition, Use at your own risk, organized in the Ars Electronica realm by the Linzer Art University’s Interface Cultures program. The exhibition, that will take place at the Brucknerhaus from September 5 - 9 (just during the Ars Electronica events), presents, like in the past years, a selection of works of that university's undergrads. Among them this year there is a very good student and then a graduate of mine in Italy, Alessio Chierico, that after the bachelor's degree is attending the Interface Cultures program. See below some more information in Italian and English.

Alessio Chierico
Alessio Chierico, Arnulf Rainer for digital performers, concert version

 

[English below]

Opening della mostra "Use at your own risk", Ars Electronica Festival 2013

Dal 5 al 9 Settembre 2013 aprirà la mostra "Use at your own risk" all'interno della 27esima edizione dell'Ars Electronica Festival a Linz, Austria.

L'esposizione, curata per il settimo anno dall'Interface Culture Lab di Linz, che ormai è un ospite fisso del Festival ormai da più di sette anni. L'edizione di quest'anno vede la partecipazione di artisti emergenti provenienti da diversi paesi e interessati alla ricerca e al rapporto tra arte e scienza nell'interattività: Alberto Boem (IT), Davide Bevilacqua (IT), Alessio Chierico (IT), Chiara Esposito (IT), Cesar Escudero Andaluz (ES), Isidora Ficovic (SRB), David Gann (DE), Mihaela Kavdanska (RU), Jaak Kaveats (EST), Oliver Kellow (AU), Veronika Krenn (AT), Vesela Mihaylova (BG), Nina Mengin (AT), Ivan Petkov (BG), Marie Polakova (CZ), whoun.whoun (aka Juan Cedenilla) (ES).

"Use at your own risk" allude a quei testi allegati ad oggetti e manufatti tecnologici e che escludono i produttori dalla responsabilità dell'uso che ne fa l'utente, e che avvisano il potenziale consumatore di un determinato software o hardware che i produttori non sono in alcun modo responsabili delle conseguenze derivanti dell'uso o abuso dei loro prodotti. Durante lo sviluppo di prototipi, gli autori usano solitamente questo avviso per sottolineare il rischio potenziale o la minaccia che il loro dispositivo o impianto può rappresentare per i visitatori all'interno di una mostra aperta al pubblico. Tuttavia il fattore di rischio è una parte rilevante della realizzazione e della progettazione di nuove interfacce e dispositivi che sono in contatto diretto con i visitatori. È un elemento che non può essere semplicemente ignorato. Questo titolo di avvertimento ricorda agli spettatori che anche le opere d'arte sperimentali non fanno eccezione a questa regola.

Interface Culture Lab è uno spazio di ricerca multidisciplinare nato all'interno dell'Università d'Arte e Design di Linz.
Fondato nel 2004 da Christa Sommerer e Laurent Mignonneau, due artisti internazionalmente riconosciuti quali pioneri dell'arte interattiva, coadiuvati da Martin Kaltenbrunner (cofondatore del sistema Reactable) dirigono questo spazio dedicato alla ricerca nell'intersezione tra arte e tecnologia, con una particolare attenzione agli sviluppi del concetto di interattività nelle sue svariate forme. 

Contatti e info:
boem.alberto@gmail.com
alessio.chierico@gmail.com
www.chiaraesposito.it / chiara.esposito@ufg.ac.at
www.davidebevilacqua.com / davi.bevilacqua@gmail.com

Link della mostra:
http://www.aec.at/totalrecall/en/2013/07/29/campus-exhibition-interface-...

Festival press kit:
http://www.aec.at/totalrecall/en/presse/

Interface Culture Lab:
interface.ufg.ac.at
Twitter @iclablinz
Facebook InterfaceCulture

 

Campus Exhibition: Interface Cultures – Use at your own risk

Brucknerhaus
Opening: Thu 5. 9. 13:00
Thu 5.9. 13:00 – 19:00
Fri 6. – Sat 7. 9. 10:00 – 17:30
Sun 8. – Mon 9. 9. 10:00 – 19:00

Use at your own risk, the title of this year’s show by undergrads in Linz Art University’s Interface Cultures program, alludes to the usual boilerplate wording of liability disclaimers. This is how manufacturers of hardware and software seek to avoid claims for damages by dissatisfied users. But regardless of what the disclaimer says, developers like these Interface Cultures students have to assess the risks their inventions and installations pose to exhibition visitors. Under certain circumstances, that could lead to a decision to dispense with completely taking advantage of all interaction options.
Nevertheless, issuing the perfunctory warning “Use at your own risk” doesn’t make this superfluous. Quite the contrary—it reminds us that experimental works of art as well do not constitute an exception to this condition of usage.
.

With works by Cesar Escudero Andaluz (XX), Davide Bevilacqua (IT), Alberto Boem (IT), Alessio Chierico (IT), Chiara Esposito (IT), Isidora Ficovic (SR), David Gann (US), Jaak Kaevats (EE), Mihaela Kavdanska (BG), Veronika Krenn (AT) & Vesela Mihaylova (BG), Oliver Kellow (AU), Nina Mengin (AT), Ivan Petkov (BG), Marie Polakova (CZ) & Veselina Dashinova (BG/UK) & Jan Spurny (CZ), whoun a.k.a. Juan Cedenilla (ES)

Interface Cultures Faculty: Marlene Hochrieser (AT), Martin Kaltenbrunner (AT), Laurent Mignonneau (FR/AT), Michaela Ortner (AT), Georg Russegger (AT), Christa Sommerer (AT)

Brucknerhaus

Info:
boem.alberto@gmail.com
alessio.chierico@gmail.com
www.chiaraesposito.it / chiara.esposito@ufg.ac.at
www.davidebevilacqua.com / davi.bevilacqua@gmail.com

Link of the exhibition:
http://www.aec.at/totalrecall/en/2013/07/29/campus-exhibition-interface-...

Festival press kit:
http://www.aec.at/totalrecall/en/presse/

Interface Culture Lab:
interface.ufg.ac.at
Twitter @iclablinz
Facebook InterfaceCulture